La visione di astrologia di Sideral Garden

Condividi su:

Federica è un’astrologa, vive a Milano ma nel suo DNA scorre la speciale energia della Sardegna. Il suo amore per l’astrologia nasce da quando aveva 12 anni e questo aspetto mi ha colpito molto! Ci siamo conosciute per la creazione di Sideral Garden che ha costruito con un percorso in autonomia, ma con il mio supporto. Nei mesi di lavoro insieme, ho trovato davvero interessante il suo concetto di astrologia, che rompe un po’ gli schemi rispetto alla visione comune di astrologia. Devo ammettere che ho tanto da imparare su questo universo molto affascinante e Federica con il suo blog è una donna sicuramente da seguire. Rompere gli schemi e i preconcetti culturali è il primo passo per cambiare noi stessi e il mondo che ci circonda.

Federica, Sideral Garden nasce da una visione / sogno / o intuizione? Ci racconti cosa è e come è arrivata l’idea?

Era da anni che studiavo astrologia da autodidatta, una passione nata quando ero una ragazzina e amavo scoprire il significato dei simboli. Ma è solo da poco che ho scelto di iniziare a scrivere post di astrologia sui social. È stato per gioco e alla fine a febbraio mi sono decisa ad aprire un blog.

Quale è stato il passo decisivo che ti ha permesso di passare dalla visione all’azione?

Il passo decisivo è stato appunto l’apertura del blog e le prime collaborazioni che sono nate da questo progetto.

Durante l’attivazione del tuo progetto, ci sono stati momenti di blocco o di difficoltà? Come sei riuscita ad affrontarli?

Penso che i blocchi (che in astrologia si chiamano quadrature, opposizioni e retrogradazioni) siano sempre funzionali alla crescita e allo sviluppo di noi stessi. Il mio è un progetto piuttosto giovane e al momento sento parecchio entusiasmo per quel che scrivo. Forse però la difficoltà maggiore sta nel far comprendere ai lettori la vastità di questa disciplina, che è un vero e proprio linguaggio.

Nel tuo lavoro usi diverse risorse/tecniche, quali ti hanno donato maggiori risultati nel percorso astrologico con le persone?

Per lo studio dei transiti astrologici é necessario far riferimento a delle tabelle, chiamate effemeridi. Al giorno d’oggi la consultazione di questi strumenti avviene per lo più con dei programmi informatici. Alla lettura delle effemeridi segue la loro interpretazione, perché non bisogna dimenticare che l’etimologia della parola astrologia significa appunto “discorso sulle stelle“. A questa pratica segue la stesura del post, che va sempre corredato con un’immagine evocativa. È un processo lungo, che in media richiede almeno un paio d’ore.

Immagina il mondo dell’astrologia nel futuro, cosa vedi?

Vedo quello che sta avvenendo negli Stati Uniti da cinque anni a questa parte, dove l’astrologia sta letteralmente esplodendo come fenomeno presso le generazioni più giovani. Sono ottimista nei confronti della possibilità di allargare l’utenza anche a persone che al momento non trovano il mondo degli oroscopi molto interessante o attendibile. Credo vada fatto un grosso lavoro di rivalutazione di questa materia.

Hai una routine quotidiana o un consiglio che vuoi condividere che ti aiuta a vivere nel “qui e ora”?

Di solito medito e recito mantra.

Hai un esercizio / una tecnica che hai provato e vuoi consigliarci per alimentare la nostra intuizione / creatività / visione?

La bibliomanzia è una delle mie tecniche preferite. Scrivo su un foglio un quesito cui voglio dare risposta e poi a occhi chiusi punto il dito su un libro della libreria. Apro una pagina a caso e trascrivo il primo capoverso che trovo. Se questo risulta ambiguo, allora riformulo la domanda e vado avanti con la mia ricerca.

Un libro che ti ha aiutato a cambiare prospettiva / a vedere la vita in modo diverso?

Una miniera di risorse per tutto il mondo femminile è sicuramente “Donne che Corrono con i Lupi” di Clarissa Pinkola Estes. In ambito astrologico cito un’opera monumentale, che ironicamente non viene considerata di astrologia dagli addetti ai lavori, ma che è a tutti gli effetti un capolavoro “Personology. Il Libro dei Destini” di Gary Goldschneider.

Una citazione, un mantra, un motto che vuoi condividere con noi e che ti è utile per motivarti?

“Non pensare troppo a come fare arte, fallo e basta. Lascia che siano gli altri a decidere se é bella o brutta, se la amano o se la odiano. Mentre stanno decidendo, tu continua a fare arte”

Andy Warhol

Parliamo della rete. Quanto ti è utile la rete per condividere il tuo messaggio e quali strumenti digitali utilizzi per diffondere il tuo progetto nel web?

La rete è fondamentale. Utilizzo il mio blog e i principali social: Facebook e Instagram.

Che cos’è il DNA astrale e quali risorse ci può fornire da un punto di vista creativo/intuitivo?

“DNA Astrale” è uno dei servizi che propongo sul mio blog. Si tratta di un report che racconta l’insieme delle caratteristiche che compongono la nostra personalità: le emozioni (Luna), la nostra parte maschile (Marte), quella femminile (Venere) e così via… Molti astrologi forniscono questo tipo di documento, detto anche carta natale, io però ho cercato di renderlo più sfizioso e su misura. È un lavoro un po’ artigianale, esattamente come tutti i lavori di cui mi occupo. 

A livello collettivo e creativo, hai un messaggio che senti di voler condividere con i “Visionari in Rete”?

Osate e abbiate fiducia nella vostra unicità. Non cercate modelli da copiare ed emulare, ma create la vostra strada autentica.

VISIONARI IN RETE: VUOI SEGUIRE SIDERAL GARDEN?

ECCO DOVE TROVARLA:

Foto di Lucas Pezeta da Pexels

Precedente

Successivo

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *